Data: 18/10/2013

Sky Islands. Alla ricerca delle radici del mondo

Una spedizione di scienziati - con studenti e reporter al seguito - per sei settimane si perderà nella magnifiche foreste inesplorate delle montagne a nord del Mozambico, vi presentiamo il progetto ed una richiesta

Sky Islands. Alla ricerca delle radici del mondo

Esistono ancora, sul nostro pianeta, luoghi dove si muovono specie a cui ancora non abbiamo dato un nome, dove l’uomo ancora non ha tracciato i propri sentieri. Esistono ancora luoghi, su questa terra, dove l’ignoto è cosa reale. Noi li chiamiamo Sky-Islands. Foreste, stralunate e magnifiche, più profonde della nostra storia e più antiche della nostra memoria. Alla ricerca delle radici del mondo”. Michele Menegon, Simon P. Loader, Fabio Pupin

Metti un progetto di biodiversità e tre scienziati super titolati (come Michele Menegon, Simon Loader e Fabio Pupin), due studenti e un reporter che per sei settimane si perderanno nella magnifiche foreste inesplorate delle montagne a nord del Mozambico. Si apriranno la strada nell’intrico della foresta, aiutati da una guida locale e dai portatori, sarà un'impresa coraggiosa anche dal punto di vista economico e ve ne daremo conto passo dopo passo, con il permesso di serpenti, rane, camaleonti e quant'altro salterà fuori sull'impervio cammino dei nostri eroi. Comunque vada resterà il film. Una troupe, infatti, seguirà l'equipe scientifica - passo dopo passo, giorno e notte - filmando tutto, ma proprio tutto. Vi stiamo pesentando una delle ultime esplorazioni possibili sul nostro Pianeta ed ha bisogno del nostro aiuto per essere realizzata. 

Michele Menegon, con il suo gruppo, andrà così per cinquanta giorni alla scoperta delle misteriose Sky Islands. Isole sopra i 1400 metri che galleggiano sulle nuvole, ambienti intatti di foresta pluviale montana e dei pezzi di mondo in cui la storia evolutiva non si è mai interrotta, non si è mai trovata a fare i conti il resto del mondo. Il progetto è promosso dal MuSe - Museo delle Scienze di Trento con il contributo di National Geographic e il lavoro di documentazione video-fotografica a cura di Prospekt Photographers.

La troupe del documentario è già al lavoro con gli scienziati e condividerà con loro ogni aspetto della missione. Gli scienziati, oltre che protagonisti dell'esplorazione, saranno coautori della sceneggiatura e guideranno il pubblico attraverso i misteri dell'evoluzione della natura alla scoperta di nuove specie, dal cuore di tenebra della foresta fino alla savana circostante. Il docu-film sarà presentato a festival internazionali e si pone come obiettivo quello di imporsi nel panorama della documentaristica naturale, riportando al centro dell'attenzione il rapporto con l'uomo e la storia dell'evoluzione. La troupe sarà guidata dal regista e fotografo Samuele Pellecchia e dal film-maker con esperienza nelle foreste della Tanzania Bruno Chiaravalloti, coadiuvata da cameraman, fonici e assistenti e un produttore/autore in loco. Tutto il materiale video raccolto confluirà in un "web-documentario" che avrà l'ambizione di raccontare l’esplorazione, i luoghi e le scoperte con video, foto, paper scientifici e diari della missione per "arrivare" ad un pubblico internazionale interessato alla natura e alle scienze biologiche, sia a livello amatoriale che professionale e formativo (per scuole e università).

Le attrezzature necessarie alla missione di esplorazione biologica sono molteplici, a partire dal materiale tecnico scientifico a quello necessario all’organizzazione dei campi. A questi vanno aggiunti i materiali necessari alla documentazione video in foresta in condizioni difficili per quanto riguarda ricarica di batterie e fonti energetiche. Per questo il gruppo “scienziani & co.” si è affidato a sponsor tecnici che affianchino il loro marchio "per massimizzare la qualità della produzione del film documentario e per agevolare l’esplorazione scientifica". Sarà premura della missione evidenziare in ogni "azione" di comunicazione la presenza degli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione della missione e del film. Quanti volessero sostenere la spedizione possono fare una donazione direttamente sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo o sul sito Skyislands.

Beatrice Dell'Acqua - Roma 

 

Link e contatti: la spedizione è promossa dal MuSe – il Museo di Scienze di Trento in collaborazione con l’ Istituto di Biogeografia dell’Università di Basilea, il SANBI e National Geographic. Il documentario è una produzione di Prospekt Agency.

per info:

- Fabio Pupin

MuSe - Museo Scienze di Trento web: www.muse.it

Viale del Lavoro e della Scienza 3 38123 – Trento

mail: fabio.pupin@mtsn.tn.it mob: +39 3315858751

 - Claudio Jampaglia

Prospekt Photographers web: www.prospektphoto.net

Via Vigevano 33 20144 – Milano

mail: jampaglia@prospekt.it mob: +39 3488958602

- Il video: il programma della spedizione raccontato dai protagonisti

 

Inserisci il tuo commento

* Nome
* Email
(non verrà pubblicata)
* Commento
* Codice di sicurezza

Digita qui il codice di sicurezza
 
  • MareNero

    MareNero - Numero 0

    MareNero - Numero 0

    26/06/2014

    Macabro, estremo, neo-noir, insolito, lugubre, inquietante, atroce; inediti, esordienti e autori affermati nella rivista che tanto ci mancava. Contaminazione di generi e visioni alterate nel supplemento gratuito di MareeOnline.com... Continua

Sostieni Mareeonline.com



Perchè sostenerci?

Iscriviti alla newsletter di Maree

  • E-Mail:

            



© Copyright 2012-2017 "Maree, i racconti dell'acqua"
Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l’unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.mareeonline.com Termini e condizioni

Progettazione: IT Resources
Webmaster: Italy Media Design