Data: 02/11/2012
 

November rain e la zucca ripena di bucatini con acciughe e cipolla

Cominciamo col dire che per un risultato eclatante non potete prescindere dai Guns n’ Roses ed Elton John. Se pensavate di cavarvela con un "suggerimento svuota frigo" questa ricetta non fa per voi, seguite i consigli e sarà "standing ovation"

November rain e la zucca ripena di bucatini con acciughe e cipolla

Ebbene, nella riuscita di questa ricetta il segreto sta nell'atmosfera, nel sottofondo che vi accompagnerà verso la sicura standing ovation da parte dei vostri ospiti, preparate tutti gli ingredienti e quando vi sentirete al sicuro, o meglio quando sarete sicure e sicuri di avere tutto il necessario a porta di mano, fate andare i Gun Roses con “November rain”, il massimo sarebbe il video della performance live con Elton John agli "Mtv video music awards" del 1992 e vi assicuro che l'inverno non sarà più lo stesso: we still can find a way everybody needs somebody, you're not the only one... even cold November rain. E adesso cominciate a pulire la cipolla, per giustificare le lacrime e date un senso rock al coltello quando scavate la zucca. Sarà il nostro segreto, i vostri ospiti resteranno travolti dalla insolita scenografia che l'atmosfera rock chi avrà ispirato e subito dopo dal profumo e dal sapore che riempirà i loro sensi. In questa ricetta sarà il bucatino a fare la festa alla zucca, aiutato dalla rossa cipolla di Tropea accompagnata dalle acciughe dei nostri mari. Le zucche migliori sono quelle a polpa soda, compatta e naturalmente dal sapore zuccherino (come i Guns n’ Roses ). L'ideale, se si vuole acquistare della zucca, sarebbe prenderla intera, pulirla e conservarla anche in freezer, in dei sacchetti, in modo da poterla utilizzare più volte, risparmiando. Certo, la zucca ripiena è un classico autunnale, potete farcirla con delle cose che avete già in casa, può essere una bella occasione svuota frigo oppure può essere il "motivo" per seguirmi in questa eclatante, appetitosa e semplice alchimia di sapori.

Ingredienti: 
  • November rain (1992) dall’album “Use your illusion I” dei Guns n’ Roses performance live con Elton John
  • 400 gr di bucatini
  • 500 gr di polpa di zucca
  • un cuore di sedano verde
  • una piccola cipolla rossa di Tropea (possibilmente)
  • 8 acciughe sotto sale
  • un ciuffo di finocchietto fresco
  • olio extra vergine d'oliva qb
  • sale e pepe a proprio gusto

Preparazione

Dissalate le acciughe lavandole sotto l'acqua corrente, diliscatele e dividetele in filetti, quindi lasciateli a bagno in acqua fredda per 10 minuti.
Sbucciate la cipolla e tagliatela a spicchi sottili e tritate il sedano. Private la polpa di zucca di eventuali filamenti e semi e tagliatela a dadini. Rosolate cipolla, sedano e zucca in una padella con l'olio per 3-4 minuti poi mettete il coperchio e cuocete per circa 15 minuti. Salate e spegnete.
Intanto scaldate con un pò di olio in un padellino antiaderente i filetti di acciuga a fiamma dolce.Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nella padella con il condimento. (Ricordatevi di versarci un pò di acqua della cottura della pasta). Unite la salsina di acciughe e terminate la cottura a fiamma media, facendo saltare il tutto in pochi istanti. Trasferite la pasta in una bella zucca arancione svuotata, ( possibilmente la stessa che avete svuotato ), cospargetela con il finocchietto tritato e portate subito in tavola. E adesso vi siete meritate e meritati anche il video dei Guns n’ Roses con Sir Elton John agli "Mtv video music awards" del 1992. God save the queen and my husband!

Silvia Maria Sanges - Roma

 
Il video: November Rain (1992) Guns n’ Roses and Elton John

 

Inserisci il tuo commento

* Nome
* Email
(non verrà pubblicata)
* Commento
* Codice di sicurezza

Digita qui il codice di sicurezza
 
  • MareNero

    MareNero - Numero 0

    MareNero - Numero 0

    26/06/2014

    Macabro, estremo, neo-noir, insolito, lugubre, inquietante, atroce; inediti, esordienti e autori affermati nella rivista che tanto ci mancava. Contaminazione di generi e visioni alterate nel supplemento gratuito di MareeOnline.com... Continua

Sostieni Mareeonline.com



Perchè sostenerci?

Iscriviti alla newsletter di Maree

  • E-Mail:

            



© Copyright 2012-2019 "Maree, i racconti dell'acqua"
Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l’unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.mareeonline.com Termini e condizioni

Progettazione: IT Resources
Webmaster: Italy Media Design