Data: 02/11/2012
 

Vac from the sea. Sucks the Pet

Mari, lidi e coste soffrono soffocati dai rifiuti plastici. Sacchetti lanciati in acqua, tappeti di tappi, bottiglie e flaconi sulle spiagge, ridurre l’ambiente marino a pattumiera è per i paladini della monnezza di plastiche varie una vocazione troppo forte per potervi rinunciare. Nel solo Mediterraneo galleggia, ad esempio, più plastica che nell’Atlantico e nel Pacifico. Negli oceani, complici le correnti, i rifiuti viaggiano invece a mulinello, creando veri e propri vortici di plastica, con il trasporto da una parte all’altra di carichi di veleni. Tutto a danno dell’ecosistema marino.
Davanti a tanto scenario, in Svezia, la Electrolux, azienda leader nel settore degli elettrodomestici, ha realizzato grazie a detriti in plastica e in PET raccolti nei mari di tutto il mondo, quindi ordinati, ripuliti e trattati, una aspirapolvere ecologica subito diventata icona della campagna dell’azienda svedese sul riciclo dei rifiuti plastici. Il tam tam è stato un successo, da Sandham, in Svezia, a Kahuku Beach, nelle Hawaii, da St.-Cyr-sur-Mer, nel Mediterraneo, a Phi Phi Island, in Thailandia, tecnici e volontari hanno ripulito, fin dove possibile, spiagge, fondali e ambienti costieri.

Riciclare rifiuti plastici conviene, così la Electrolux, se i venti milioni di aspirapolvere venduti in Europa in un anno fossero acquistati in questo modo, si risparmierebbero fino a un milione e seicentomila metri cubi d’acqua e centoventiseimila barili di petrolio. Una aspirapolvere prodotta con materiale plastico riciclato consente inoltre di risparmiare i due litri d’olio e gli ottanta litri d’acqua utilizzati nel processo che va dall’estrazione del petrolio alla produzione della plastica, con un risparmio del novanta per cento d’acqua e dell’ottanta, novanta per cento di energia per la produzione di plastica vergine.

Stefania Elena Carnemolla - Milano

Inserisci il tuo commento

* Nome
* Email
(non verrà pubblicata)
* Commento
* Codice di sicurezza

Digita qui il codice di sicurezza
 
  • MareNero

    MareNero - Numero 0

    MareNero - Numero 0

    26/06/2014

    Macabro, estremo, neo-noir, insolito, lugubre, inquietante, atroce; inediti, esordienti e autori affermati nella rivista che tanto ci mancava. Contaminazione di generi e visioni alterate nel supplemento gratuito di MareeOnline.com... Continua

Sostieni Mareeonline.com



Perchè sostenerci?

Iscriviti alla newsletter di Maree

  • E-Mail:

            



© Copyright 2012-2018 "Maree, i racconti dell'acqua"
Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l’unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.mareeonline.com Termini e condizioni

Progettazione: IT Resources
Webmaster: Italy Media Design